L’efficacia di Biovitae sul Coronavirus è scientificamente validata

Il Journal of Photochemistry and Photobiology ha pubblicato l’articolo dal titolo“Rapid inactivation of SARS-CoV-2 with LED irradiation of visible spectrum wavelengths” relativo allo studio multicentrico effettuato dai laboratori militari di Italia, Germania e Svezia. I risultati hanno evidenziato una significativa riduzione – fino al 99,8% – attraverso l’irradiazione del SARS-CoV-2 con la speciale combinazione di lunghezze d’onda dello spettro visibile (LED no UV) emessa da Biovitae.

Si tratta della prima pubblicazione scientifica mondiale in peer-review sull’efficacia delle frequenze dello spettro visibile sul SARS-CoV-2 che supera le conoscenze sulla capacità delle frequenze della luce di eradicare virus e batteri, finora concentrate principalmente sulle lunghezze d’onda dell’ultravioletto (UV), note per essere nocive per l’uomo. 

Biovitae è l’unica luce LED sanificante no-UV che emette una speciale combinazione di frequenze all’interno dello spettro visibile efficace su batteri e virus. Crea ambienti più sicuri, garantendo la sanificazione continua di scuole, ospedali, case, luoghi di lavoro e spazi pubblici, in maniera totalmente sicura e senza limiti di integrazione grazie alla sua compatibilità con i più comuni dispositivi di illuminazione. Biovitae può essere infatti utilizzata senza limitazioni – al contrario degli UV – in presenza di persone ed animali.

La capacità di Biovitae di ridurre la carica virale e batterica all’interno degli ambienti può svolgere un ruolo cruciale nella lotta alla pandemia e, più in generale, nella prevenzione delle infezioni e può ulteriormente mitigare la diffusione ambientale di SARS-CoV-2 rafforzando gli effetti delle altre misure di prevenzione, quali il distanziamento sociale, il lavaggio delle mani e l’uso di mascherine. 

Siamo molto orgogliosi di essere stati i primi al mondo a dimostrare l’efficacia delle frequenze dello spettro visibile sul SARS-COV2. – ha dichiarato il Gen. Brig. Romano Florigio Lista, Direttore del Dipartimento Scientifico dell’Ospedale Militare Celio -.  È un ulteriore riconoscimento per la Sanità militare italiana che con il Dipartimento Scientifico del Celio è stata capofila del team di ricerca che ha coinvolto, tra gli altri, anche i colleghi di Germania e Svezia. La scoperta rappresenta un ulteriore importante contributo delle FF.AA. alla lotta alla pandemia che si aggiunge a tutto quanto fatto negli ultimi due anni in termini di logistica, supporto sanitario e gestione della campagna vaccinale.”

Le numerose installazioni già effettuate in diversi contesti reali (tra le altre, centro sportivo Sampdoria, pronto soccorso dell’Aeroporto di Fiumicino, impianti produttivi, scuole, mezzi di trasporto…) e i relativi test hanno confermato l’efficacia microbicida di Biovitae in differenti condizioni ambientali (temperatura, umidità…) di utilizzo.

Quando Biovitae è stata premiata come migliore innovazione da UN Health Innovation Exchange 2020 era già molto chiara la grande opportunità che essa offriva in termini di contributo alla lotta all’Antibiotico-resistenza – dichiara Pradeep Kakkattil, Director, Office of Innovation, UNAIDS and HIEx co-founder -.  Il COVID19 ha stravolto il modo in cui interagiamo e ci incontriamo negli spazi pubblici – scuole, ristoranti, mezzi di trasporto o centri sportivi – e per riportare il mondo ad una situazione di normalità servono soluzioni in grado di creare ambienti sicuri attraverso una sanificazione passiva e continua. La dimostrazione di efficacia di BIOVITAE sul SARS-COV-2 la candida a diventare uno strumento di contrasto importante anche nella lotta alla pandemia”. 

Di seguito il link all’articolo integrale

https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S2666469021000671#

QUALCHE NOTIZIA IN PIÙ

I test

Gli esperimenti sono stati eseguiti in laboratori BSL-3 utilizzando una strip LED fornita da Nextsense S.r.l. e alimentata con tecnologia Biovitae® che emette una speciale combinazione di frequenze all’interno dello spettro visibile, con un picco principale a 413 nm, e altri due picchi tra 430-460 nm e 500-780 nm (figura in basso). 

I test indipendenti sono stati condotti dai tre laboratori militari di Italia, Germania e Svezia, in collaborazione con altre istituzioni scientifiche:

  • Dipartimento scientifico dell’Ospedale Militare del Celio, Roma, Italy 
  • Bundeswehr Institute of Microbiology, Monaco, Germania 
  • Department of CBRN protection and security, Swedish Defence Research Agency (FOI), Umeä, Svezia
  • Istituto Superiore di Sanità, Italia
  • Università La Sapienza, Roma, Italia

Gli Autori dell’articolo:
Riccardo De Santisa, Vincenzo Lucaa b, Jonas Näslund e, Rosina K. Ehmannf, Marta De Angelisd, Eva Lundmarke, Lucia Nencionid, Giovanni Faggionia, Silvia Fill a, Donatella Amatorea, Elisa Regalbutoa, Filippo Molinaria, Giancarlo Petralitoa, Roman Wölfelf, Paola Stefanellic, Gianni Rezzac, Anna Teresa Palamarad, Markus Antwerpenf, Mats Forsmane, Florigio Listaa, * 

a*Scientific Department, Army Medical Center, Rome, Italy
b7th CBRN Defense Regiment “Cremona”, Civitavecchia, Italy
cDepartment of Infectious Disease, National Institute of Health, Rome, Italy
dDepartment of Public Health and Infectious Diseases, Laboratory Affiliated to Pasteur Italia-Fondazione Cenci Bolognetti, “Sapienza” University of Rome, Italy 

eDepartment of CBRN Protection and Security, Swedish Defence Research Agency (FOI), Umeå, Sweden
fSection Viral and Intracellular Pathogens, Bundeswehr Institute of Microbiology, Munich, Germany

Cos’è e perché Biovitae

Una tecnologia tutta italiana: sono italiani i due inventori, Rosario Valles e Carmelo Cartiere, e italiana la società proprietaria del brevetto, Nextsense Srl, parte del gruppo P&P Patents and Technologies.

BIOVITAE affronta un problema importante che ormai pervade la nostra vita quotidiana: la prevenzione e il controllo delle infezioni, attività che si riferiscono non solo alle pandemie virali ma anche alla resistenza dei batteri agli antibiotici. 

BIOVITAE è l’unica tecnologia brevettata di illuminazione LED, UV free, che mentre emette una luce bianca naturale esercita un’azione battericida, virucida efficace sui microrganismi senza alcun rischio per gli esseri viventi, anche a seguito di esposizione continua. 

Biovitae sanifica le superfici e gli ambienti senza renderli sterili, salvaguardando la resilienza naturale del nostro sistema immunitario: un ambiente totalmente sterile può essere, infatti, dannoso per la nostra salute quanto un ambiente non adeguatamente sanificato. 

La combinazione delle frequenze BIOVITAE è efficace su virus e batteri – (GRAM+ e GRAM-, inclusi spore, muffe e funghi) e ne provoca la definitiva eliminazione. 

Biovitae è coperta da brevetto internazionale e quest’anno ha ottenuto il brevetto americano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.