Batteri geneticamente modificati aiutano a guarire le ferite

I batteri geneticamente modificati che producono proteine ripara-ferite hanno dimostrato di guarire ulcere diabetiche negli animali e sono attualmente in fase di sperimentazione clinica in Germania e Polonia.

Lo ha annunciato l’azienda che ha sviluppato l’innovativo trattamento, la finlandese Aurealis Therapeutics, e i riusultati sono pubblicati sulla rivista Plos One.  Il batterio utilizzato per le applicazioni locali è impiegato normalmente nella produzione dei latticini, il Lactococcus lactis, ed è quindi considerato sicuro per gli esseri umani. Gli esperti lo hanno modificato geneticamente introducendo nel suo Dna tre geni che controllano la produzione di proteine umane note per aiutare a riparazione delle ferite: una interleuchina e due fattori di crescita.  Applicati direttamente su ferite larghe un centimetro (in modelli animali di ulcera diabetica) tutti i giorni per una settimana, i batteri hanno permesso di richiudere quasi totalmente le ferite; gli animali trattati con una sostanza inerte non sono guariti nello stesso arco di tempo. 

Lascia un commento