Campagna di comunicazione sulla vaccinazione anti-HPV

La vaccinazione contro il papilloma virus è raccomandata e gratuita per le ragazze e i ragazzi a partire dagli 11 anni di età.
“Proteggi il loro futuro” è il claim della la campagna di informazione 2022 del Ministero della Salute.

Cinque cose da sapere sull’HPV (Human Papilloma Virus)

1. Cos’è

L’HPV (Human Papilloma Virus) è un virus infettivo per l’uomo, di cui si conoscono oltre 200 varianti (sierotipi). Alcune di queste varianti possono causare verruche e condilomi, altre, invece, possono essere associate a tumori, principalmente dell’apparato riproduttivo femminile e maschile. Il virus è estremamente diffuso nella popolazione: si stima che ognuno di noi contragga un’infezione da HPV almeno una volta nella vita.

2. Cosa causa

L’infezione da HPV ha di solito un decorso benigno. In alcuni casi, però, l’infezione porta a modifiche cellulari che lentamente possono progredire verso forme tumorali. Questi tumori riguardano in particolare il collo dell’utero, ma possono interessare anche la vagina, la vulva, il pene, l’oro-faringe e l’ano. Ancora oggi il tumore al collo dell’utero causa oltre 1000 i decessi all’anno in Italia.

3. Come ci si contagia

L’infezione da HPV si contrae principalmente attraverso il contatto stretto durante i rapporti sessuali, anche non completi, con una persona portatrice del virus. Spesso si può contrarre l’infezione e restare portatori del virus per molto tempo, senza accorgersene. Alcuni fattori possono aumentare il rischio di sviluppare la malattia come: il fumo, un sistema immunitario compromesso, un elevato numero di partner sessuali e obesità.

4 Come si previene

Le comuni pratiche di igiene e l’uso del preservativo sono validi strumenti a nostra disposizione ma non sono efficaci al 100%. Per la prevenzione dell’infezione HPV è disponibile un vaccino sicuro ed efficace. Per tutte le donne a partire dai 25 anni di età, anche se vaccinate, è inoltre fondamentale aderire ai programmi di screening cervicale che prevedono gratuitamente il Pap-test e il test per la ricerca del HPV-DNA. Questi test sono molto efficaci nel garantire una diagnosi precoce, consentendo di intervenire prima che la malattia evolva.

5. Il vaccino contro l’HPV

In Italia la vaccinazione anti-HPV è raccomandata e offerta gratuitamente a ragazze e ragazzi a partire dagli 11 di età, e viene somministrata in due dosi a distanza di 6 mesi. Se il ciclo vaccinale inizia dopo il compimento dei 15 anni, le dosi previste sono tre.

I vaccini anti-HPV oggi utilizzati proteggono contro i 9 sierotipi di HPV più pericolosi e sono estremamente sicuri ed efficaci: possono prevenire oltre il 90% delle forme tumorali associate all’HPV e sono stati somministrati in sicurezza a milioni di ragazze e ragazzi in tutto il mondo.

Link

La vaccinazione gratuita contro l’HPV è su chiamata attiva tramite l’invio di una lettera dal centro vaccinale della tua ASL. Informati sulle modalità di adesione e prenotazione presso il centro vaccinale più vicino. Per saperne dipiù consulta le pagine informative della tua Regione.  

Abruzzo

Basilicata

Calabria

Campania

Emilia Romagna

Friuli Venezia Giulia

Lazio

Liguria

Lombardia

Marche

Molse

PA Bolzano

PA Trento

Piemonte

Puglia

Sardegna

Sicilia

Toscana

Umbria

Valle d’Aosta

Veneto

La campagna di comunicazione 2022

La vaccinazione anti-HPV (Human Papilloma Virus) si è dimostrata molto efficace nel prevenire nelle donne il carcinoma della cervice uterina (collo dell’utero), soprattutto se effettuata prima dell’inizio dell’attività sessuale; questo perché induce una protezione maggiore prima di un eventuale contagio con il virus HPV.

La vaccinazione risulta importante anche per i ragazzi, in considerazione delle evidenze scientifiche che dimostrano un aumento del rischio di tumore anche negli uomini (cancro oro-faringeo) e una correlazione fra infezione da HPV e infertilità maschile.

Il recente scenario, caratterizzato dall’emergenza sanitaria Covid-19, ha prodotto mutamenti nell’attività clinica e nelle modalità delle prestazioni erogate dal Servizio Sanitario Nazionale (SSN). Lo sforzo al quale è stato sottoposto il nostro SSN per fronteggiare gli effetti della pandemia e le restrizioni messe in campo dalle istituzioni per contenerla, hanno contribuito ad una minore attenzione su misure prevenzionali come gli screening e le vaccinazioni.

In questo panorama generale, si inserisce anche la problematica relativa al tema della vaccinazione contro il papillomavirus umano (HPV) sia nella popolazione femminile che maschile.

Obiettivi

Obiettivo principale della campagna è quello di sensibilizzare la popolazione sull’importanza di questa vaccinazione, raccomandata e gratuita agli adolescenti (ragazzi e ragazze) a partire dagli 11 anni di età, prima dell’inizio dell’attività sessuale. Il momento critico per il contagio, infatti, è nell’adolescenza e nella prima giovinezza.

Target

Genitori dei ragazzi a cui è rivolta l’offerta vaccinale.

Mezzi e strumenti

Banner da veicolare sulle principali testate on line rivolte al pubblico femminile:

Messaggi

I messaggi spiegano in modo semplice e sintetico:

  • perché è importante vaccinare gli adolescenti
  • che l’offerta vaccinale è gratuita per le bambine e i bambini nel dodicesimo anno di età (undici anni compiuti)
  • di rivolgersi al proprio medico/pediatra di fiducia.

Tono e linguaggio

Il linguaggio usato è semplice e chiaro, diretto, coinvolgente/empatico, istituzionale ma capace di comunicare vicinanza e attenzione ai bisogni di cura dei cittadini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.