Pronto soccorso con i droni, intesa Federconsumatori-118

RIPRODUZIONE RISERVATA © salute33

Federconsumatori aderisce al progetto Seam (Sanitary Emergency Air Mobility) della Società Italiana Sistema 118 siglando un protocollo di intesa per promuovere la sperimentazione di un sistema avanzato di soccorso sanitario in emergenza per persone in imminente pericolo di vita. Il modello viene effettuato e coordinato dalle Centrali Operative 118 con l’invio su scenari critici di droni in grado di veicolare defibrillatori automatici, in caso di arresto cardiaco improvviso, emoderivati, in caso di politraumi con shock emorragico, antidoti, potenzialmente salvavita, in caso di intossicazioni acute che ne richiedano la somministrazione più precoce possibile.

In Italia si documentano ogni anno almeno 60.000 decessi per arresto cardiaco improvviso, secondo i dati del 118, numero ad oggi ancora così elevato e determinato della mancata conoscenza della rianimazione cardiopolmonare e dalla scarsa diffusione di defibrillatori semiautomatici sul territorio, in particolar modo nelle aree più disagiate.

Ancora eccessivamente lunghe, inoltre le tempistiche di arrivo dei mezzi e degli equipaggi del Sistema 118, sia in area urbana, sia in area extraurbana, sui pazienti in condizioni cliniche severe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *