Chi si può vaccinare e quando

RIPRODUZIONE RISERVATA © salute33

 

Il piano nazionale di vaccinazione per il COVID-19 inizia il 27 dicembre 2020 e si articolerà in più fasi.

Cominciamo proteggendo il nostro personale sanitario e i nostri anziani più fragili. A seguire ci prenderemo cura dei cittadini più vulnerabili e poi di tutti gli altri.

Le persone appartenenti a queste categorie non potranno presentarsi volontariamente a fare il vaccino, ma verranno contattate attraverso le strutture preposte. Sarà possibile vaccinarsi presso ospedali e ambulatori predefiniti. Sono state previste anche unità mobili destinate a chi non potrà raggiungere i centri di vaccinazione.

Operatori sanitari e sociosanitari

Operatori sanitari e sociosanitari

Il personale sanitario e sociosanitario, sia pubblico che privato, ha un rischio più elevato di essere esposto all’infezione da COVID-19 e di trasmetterla a pazienti vulnerabili. La vaccinazione del personale in prima linea aiuterà a mantenere forte e attivo il Servizio Sanitario Nazionale.

Residenti e personale delle RSA

Residenti e personale delle RSA

Gli utenti delle Residenze Sanitarie Assistenziali (RSA) sono ad alto rischio di malattia grave a causa dell’età avanzata e della possibile compresenza di patologie pregresse. Pertanto, sia gli ospiti che il personale dei presidi residenziali devono essere considerati ad elevata priorità di vaccinazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *