Home » herpes » Herpes virus ‘alleato’ contro il cancro, uccide le cellule tumorali

Herpes virus ‘alleato’ contro il cancro, uccide le cellule tumorali

Il virus Herpes simplex è stato “addestrato” a riconoscere e uccidere le cellule di alcuni tumori del seno: agisce in modo mirato, risparmiando le cellule sane e risvegliando il sistema immunitario. In futuro potrebbe diventare un nuovo farmaco biologico, da usare solo o in combinazione con l’immunoterapia. Lo dimostra lo studio dei ricercatori del CEINGE-Biotecnologie avanzate di Napoli e del Dipartimento di Medicina Molecolare e Biotecnologie Mediche dell’Università Federico II, guidati da Nicola Zambrano.

Dopo cinque anni di studi, i ricercatori hanno sviluppato un virus erpetico capace di infettare le cellule tumorali che sulla superficie espongono una particolare proteina, la mesotelina, frequentemente espressa nei tumori della mammella triplo-negativi e nel mesotelioma pleurico (un tumore particolarmente aggressivo e con limitate opzioni terapeutiche che potrebbe diventare il prossimo obiettivo da colpire).

“Questo virus ha una doppia azione”, precisa Zambrano. “Oltre a uccidere le cellule malate in modo mirato, è anche in grado di indurre una risposta immunitaria antitumorale: questo effetto può essere ulteriormente potenziato combinando il virus con l’uso dell’immunoterapia, che si sta sempre più affermando come il quarto presidio per le cure anticancro, in aggiunta alle terapie più invasive quali la chemioterapia, la radioterapia e la chirurgia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *