Neonati riconoscono loro corpo a poche ore dalla nascita

A poche ore dalla nascita i neonati riconoscono il loro corpo come un’entità separata dal mondo esterno. Lo rivela uno studio torinese che, grazie all’elettroencefalografia – una tecnica di neuroimmagine non invasiva – ha misurato il correlato neurale di questo fenomeno.

“A differenza di quanto accade per altri mammiferi, i neonati umani sono già in grado di associare un suono a un tocco a poche ore di vita – spiega Francesca Garbarini, professoressa di Psicobiologia e Coordinatrice del Manibus Lab del Dipartimento di Psicologia dell’Università di Torino.

Questo potrebbe essere dovuto alla lunga e ricca fase di gestazione che potrebbe aver già preparato l’emergere di questo meccanismo alla nascita”. Le risposte neurali osservate mostrano anche che il bambino è in grado di distinguere se il suono viene dato vicino o lontano dal suo corpo, aspetto fondamentale per sviluppare i comportamenti difensivi come i meccanismi relazionali.

“L’effetto descritto nel lavoro, se confermato da studi futuri, potrà rappresentare – aggiunge Irene Ronga, Ricatrice del Dipartimento di Psicologia dell’Università di Torino e primo autore dello studio – un possibile biomarker di sviluppo neurologico tipico le cui alterazioni potrebbero contribuire al riconoscimento precoce di eventuali anomalie dello sviluppo”.

Lascia un commento